Debito

venerdì 31 maggio 2013

Tunnel per i viaggi nel tempo scoperto in Cina


Un tunnel per il viaggio nel tempo è stato scoperto in Cina. Il "tunnel temporale", come lo chiamano i locali, sarebbe in grado di invertire il tempo.

È possibile viaggiare nel tempo? secondo quanto riferito, questi "viaggi" si verificherebbero nella localita' di Guizhou in Cina. Il tunnel è lungo oltre 400 metri e quando si guida nel suo interno, il tempo scandito sul cellulare torna indietro di un'ora.
Il giornalista che ha scritto questo articolo per il quotidiano cinese Gui Yang Evening News ha testato personalmente questo tunnel segnalando il fenomeno che si sarebbe verificato  otto volte su dieci dopo aver guidato attraverso il tunnel, il 22 maggio 2013. In pratica ecco come funziona; si entra nel tunnel alle ore 09:00 e si esce alle 9:05 del mattino mentre l'ora delle cellule del telefono visualizzeranno le ore 08:05.
Secondo gli utenti di telefonia mobile l'ora viene corretta dopo essersi allontanati di un chilometro dal tunnel. Finora non è stata fornita alcuna spiegazione su questo fenomeno.


Un attacco suicida alla festa del 4 luglio


Nuove rivelazioni sui piani degli attentatori di Boston

BOSTON – Un attentato suicida, sempre a Boston, il 4 luglio, l’Independence Day, il giorno più sacro per gli americani: era questo il progetto iniziale dei fratelli Tsarnaev, i due giovani di origine cecena che il 15 aprile hanno fatto esplodere due bombe vicino al traguardo della 117ª maratona nella grande città del Massachusetts, provocando la morte di tre persone e il ferimento di 260 altre. A rivelarlo all’Fbi è stato proprio il più giovane dei due, Dzhokhar, poche ore dopo dopo la sua cattura, e poche ore dopo la morte del fratello Tamerlan in uno scontro a fuoco con la polizia.
A far cambiare loro i piani e ad anticipare il giorno dell’attacco, hanno riferito fonti vicine alle indagini, è stata l’imprevista velocità con cui sono riusciti a realizzare gli ordigni esplosivi, comprese le pentole a pressione-bomba, che hanno usato per colpire durante la maratona e poi anche durante la fuga.
E allora la scelta è caduta ancora una volta su un giorno simbolico: la manifestazione sportiva di gran lunga più importante di Boston, nonché Patriot Day per lo stato del Massachusetts.
Secondo le stesse fonti, citate dal New York Times, Dzhokhar ha anche rivelato di aver visionato assieme al fratello i sermoni di Anwar al Awlaki, l’americano che, dopo essere divenuto uno dei leader di Al Qaeda, è stato ucciso dalla Cia nel settembre 2011 nello Yemen con un razzo sparato da un drone.
Non è chiaro quanto questo possa aver influenzato i due fratelli, ma certo, Dzhokhar aveva già detto che la decisione di compiere un attentato a Boston era motivata dalle guerre degli Stati Uniti in Iraq e Afghanistan che consideravano come parte di un più ampio progetto contro l’Islam.
Negli interrogatori il giovane ceceno ha anche detto che le bombe sono state realizzate seguendo le indicazioni contenute nel servizio “Come costruire una bomba nella cucina di tua mamma” pubblicato dal magazine online Inspire.
Le autorità sottolinea il NYT, ritengono che dietro Inspire ci fosse un altro americano ucciso nello stesso attacco in cui è morto al Awlaki, Samir Khan. E secondo il giovane ceceno, le pentole-bomba vennero davvero costruite in cucina, quella della casa di Tamerlan a Cambridge; cosa che fa aumentare i sospetti degli inquirenti sulla vedova di Tamerlan, Katherine Russel, una americana convertita all’ Islam.
Le impronte e le tracce di dna femminile ritrovate dagli esperti sui frammenti degli ordigni non sono riconducibili a lei, ma gli inquirenti appaiono sempre più sospettosi nei suoi confronti, sulla possibilità che abbia svolto un ruolo e non sia del tutto estranea come dice, anche perché nei giorni scorsi ha deciso di non cooperare più con le autorità.

Le origini dell'AIDS - documentario shock!


Hilary Koprowski è morto l'11 aprile 2013 e si è portato nella tomba uno dei più inquietanti segreti della storia della medicina raccontati in questo documentario shock, frutto di una meticolosa ricerca molto ben documentata dalla TV Svizzera Italiana.


E' anche un'ulteriore occasione per capire qualcosa di più sui vaccini, perché l'idea che proprio un vaccino antipolio sia stato la causa del trasferimento del virus da animale a uomo è davvero sconcertante.



Anche se si può tranquillamente affermare che non rimangono molti dubbi circa l'origine di questa epidemia, la risposta è ben diversa da quella che ci è stata sempre venduta

Fusione Fredda, test indipendenti: l'Hot Cat funziona


Fusione Fredda, test indipendenti: l'Hot Cat funziona e produce più energia delle fonti tradizionali

di Giovanni Tortoriello

Non sembrano ormai esserci più dubbi: nel mondo dell'energia è in atto una vera e propria rivoluzione incarnata da Andrea Rossi e dalla sua creatura, l'E-Cat.

L'ingegnere italiano è stato spesso al centro delle polemiche e bersaglio di dure critiche, accusato di poca trasparenza nel mostrare i risultati del suo lavoro. Agli scettici l'ingegner Rossi ha sempre risposto che il tempo e i fatti gli avrebbero dato ragione. E quel momento pare essere arrivato, l'attesa è infatti finita: gli ormai celebri test di terze parti indipendenti sull'Hot Cat sono stati pubblicati. Come aveva preannunciato l'ingegner Rossi, i test sono positivi e confermano la bontà del suo lavoro.

In un unico documento di 29 pagine pubblicato il 16 maggio su arxiv.org e intitolato "Indication of anomalous heat Energy production in a reactor device containing hydrogen loaded nickel powder" sono stati condensati i risultati di due test effettuati il primo a dicembre 2012 e il secondo a marzo 2013. [...]

I ricercatori che hanno firmato lo studio sono: Hanno Essen (fisico teorico, Royal Institute of Technology, Stoccolma), Evelyn Foschi (fisica esperta di radioprotezione, già Università di Bologna), Torbjörn Hartman (ingegnere senior presso lo Svedberg Laboratory, Uppsala), Bo Höistad (fisico delle particelle, professore all'Università di Uppsala), Giuseppe Levi (fisico nucleare, Università di Bologna e associato dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), Roland Pettersson (già professore di Chimica presso l'Università di Uppsala), Lars Tegnér (professore al Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Università di Uppsala). .

Il test di dicembre è durato 96 ore, mentre quello dello scorso marzo 116 e in entrambi i casi è stata rilevata una produzione anomala di calore. Il primo test è stato effettuato su un prototipo denominato E-Cat HT (HT sta per "High Temperature") che è riuscito a produrre circa 160 KWh con un consumo di circa 35 kWh. Il COP (coeffiient of Performance) è stato di 5,6, una densità di potenza di circa 7 · 103 W/kg e una densità di energia termica di circa 6.8 · 105 Wh/kg.

Nel test di marzo, effettuato su un prototipo migliorato denominato E-Cat HT2, sono stati invece prodotti 62 Kwh con un consumo di circa 33 Kwh. Il COP registrato è stato di 2,9, la densità di potenza di circa 5.3 · 105 e la densità di energia termica di circa 6.1 · 107 Wh/kg 

La differenza nei risultati tra i due test può essere dovuta alla volontà da parte dell'ing. Rossi di tenere sotto controllo la temperatura per migliorare la stabilità della reazione. In ogni caso entrambi gli esperimenti hanno dimostrato che i reattori messi a disposizione dall'ingegner Rossi sono in grado di produrre un quantitativo di energia superiore rispetto a quello delle fonti tradizionali. Inoltre nelle conclusioni del documento si sottolinea che entrambi gli esperimenti, durati come abbiamo già ricordato ambedue circa 4-5 giorni, sono terminati per l'arresto volontario del reattore e non per l'esaurimento del combustibile.

Gli studiosi specificano inoltre che il risultato del test di marzo deve considerarsi migliore rispetto a quello di dicembre perché i problemi riscontrati nel primo test sono stati risolti e non si sono più ripresentati nel secondo. Nel corso della prossima estate dovrebbero iniziare nuovi test della durata di circa 6 mesi per verificare le performances dell'E-Cat HT2 nel lungo periodo e cercare di svelare l'origine del fenomeno termico finora osservato. 

Per avere maggiori dettagli sui test la redazione di IBTimes Italia ha contattato Giuseppe Levi, fisico nuceare presso l'Università di Bologna e uno dei firmatari dello studio. "Da quanto si evince nell'articolo, siamo di fronte a una sorgente di energia non convenzionale"- ha dichiarato il ricercatore.

Il Professor Levi ha lodato la trasparenza con la quale l'ing. Rossi ha permesso a lui e agli altri studiosi di effettuare i test: "Abbiamo potuto operare nella più totale autonomia e libertà. Fin dall'inizio era chiaro che avremmo potuto pubblicare i risultati qualunque fossero stati."

Sulla natura della reazione che permette all'E-Cat di funzionare il Professor Levi ci ha ribadito che non si tratta di una reazione né propriamente chimica né propriamente nucleare: "Esatto. Sicuramente non è di natura chimica. - ha dichiarato Levi- L'assenza di radiazione ci fa dire che se è una fonte nucleare è comunque di natura nuova rispetto a quelle conosciute." 

Per quanto concerne invece la produzione di energia i risultati emersi dal test sono impressionanti e il Professor Levi ha sottolineato: "Questi dati sono contenuti nella pubblicazione. Ponendosi nel caso più conservativo si hanno densità di energia dieci volte maggiori a quelle convenzionali. Ma questa è sicuramente una estrema sottovalutazione. Nel testo sono pubblicati valori che sono probabilmente più realistici."

Infine, a nostra precisa domanda, se ritiene che l'E-Cat possa rivoluzionare il monda dell'energia, il professor Levi ha risposto con un lapidario "Si, senza dubbio". 


[Grazie a Mauro Quagliati per la segnalazione]

Barcellona, la foto "simbolo" della crisi: la polizia carica i vigili del fuoco!

Barcellona, la polizia carica i vigili del fuoco


BARCELLONA – La foto del manganello alzato dall’agente in tenuta antisommossa e puntato contro un vigile del fuoco, diventa in poche ore, l’immagine simbolo della crisi che sta attraversando la Spagna.
La foto, scattata durante l’ultima protesta in piazza avvenuta in queste ore a Barcellona, in poche ore è diventata virale sui social network. Nella capitale della Catalogna, a scendere in strada sono stati i pompiericontro i tagli al bilancio che hanno penalizzato la categoria.
In centinaia si sono radunati davanti alla sede del Parlamento regionale: qui la tensione è salita quando alcuni dei manifestanti hanno acceso un falò e fatto scoppiare petardi scatenando la reazione della polizia che li ha caricati (foto Ap)

giovedì 30 maggio 2013

Post non disponibile

In seguito a un'istanza legale ricevuta da Google, abbiamo rimosso questo post. Se lo desideri, puoi consultare ulteriori informazioni sulla richiesta all'indirizzo LumenDatabase.org.

NUOVO ORDINE MONDIALE: COME SI STERMINA L'UMANITA'


di Gianni Lannes
Ecco le prove del genocidio in atto. Per sapere quale futuro (presente) catastrofico ci attende, o meglio già in atto, è utile la lettura del documentoNATIONAL SECURITY MEMORANDUM NSM-200. Si tratta di un documento sulla crescita della popolazione mondiale richiesto da Henry Kissinger e pubblicato in forma segreta nel 1974. L’atto ufficiale è stato declassificato nel 1989. 












L’essenza del testo è l’ambiguità  che svela come le premesse di molti problemi attuali - guerra ambientale (scie chimiche), terremoti, AIDS ed Ebola in Africa, "tsunami"   particolari, trome d'aria inusuali, carestie interminabili, esperimenti di controllo meteorologico, eccetera... eccetera... - siano state progettate 4 decenni fa dal braccio destro del presidente U.S.A. Richard Nixon. 

Kissinger Henry notoriamente a livello inernazionale e nazionale con mani grondante del sangue di milioni di esseri umani, è stato ricevuto dal capo del Quirinale Giorgio Napolitano (associato all’Aspen Institute, ente a sua volta finanziato dal Bilderberg Group di cui l’illuminato Kissinger è un’ombra operativa):

Kissinger è il criminale che reclutava per la Central Intelligence Agency i prigionieri nazisti da riciclare negli States, il mafioso che firmò la condanna a morte di Salvador Allende e di oltre trentamila desaparecidos (e che nello stesso anno si aggiudicava il Nobel per la Pace); insomma, l’assassino che minacciò di morte Aldo Moro e ne decretò l’omicidio nel 1978, la mente che ideò il piano Condor per controllare con le dittature l'America Latina. 
Secondo la vulgata dominante di questi assassini ai vertici delle nazioni (NWO) che imperano con la violenza sulla Terra, se le risorse alimentari non sono sufficienti ad alimentare l’umanità, è preferibile lasciar morire miliardi di persone. E magari si dà una mano a questo processo in atto.



Ecco un estratto:

«The political consequences of current population factors in the LDCs -- rapid growth, internal migration, high percentages of young people, slow improvement in living standards, urban concentrations, and pressures for foreign migration -- are damaging to the internal stability and international relations of countries in whose advancement the U.S. is interested, thus creating political or even national security problems for the U.S. In a broader sense, there is a major risk of severe damage to world economic, political, and ecological systems and, as these systems begin to fail, to our humanitarian values…
Moderation of population growth offers benefits in terms of resources saved for investment and/or higher per capita consumption. If resource requirements to support fewer children are reduced and the funds now allocated for construction of schools, houses, hospitals and other essential facilities are invested in productive activities, the impact on the growth of GNP and per capita income may be significant. In addition, economic and social progress resulting from population control will further contribute to the decline in fertility rates. The relationship is reciprocal, and can take the form of either a vicious or a virtuous circle. This raises the question of how much more efficient expenditures for population control might be than in raising production through direct investments in additional irrigation and power projects and factories…

World policy and programs in the population field should incorporate two major objectives:

 (a) actions to accommodate continued population growth up to 6 billions by the mid-21st century without massive starvation or total frustration of developmental hopes; and  (b) actions to keep the ultimate level as close as possible to 8 billions rather than permitting it to reach 10 billions, 13 billions, or more…
We must take care that our activities should not give the appearance to the LDCs of an industrialized country policy directed against the LDCs…

There is an alternate view which holds that a growing number of experts believe that the population situation is already more serious and less amenable to solution through voluntary measures than is generally accepted. It holds that, to prevent even more widespread food shortage and other demographic catastrophes than are generally anticipated, even stronger measures are required and some fundamental, very difficult moral issues need to be addressed. These include, for example, our own consumption patterns, mandatory programs, tight control of our food resources. In view of the seriousness of these issues, explicit consideration of them should begin in the Executive Branch, the Congress and the U.N. soon. (See the end of Section I for this viewpoint)…».


Traduzione:

«Le conseguenze politiche delle dinamiche in corso nei paesi sottosviluppati - crescita rapida, migrazioni interne, alte percentuali di gioventù, crescita lenta degli standard di vita, concentrazioni urbane, e spinte causate da immigrazione esterna - vanno a discapito della stabilità interna e delle relazioni internazionali dei paesi nel cui sviluppo gli Stati Uniti sono interessati, creando quindi dei problemi di natura politica, o addirittura di sicurezza nazionale, per gli Stati Uniti. Più in generale, c'è il forte rischio di danneggiare gravemente gli equilibri economici, politici ed ecologici mondiali, e quindi, con il decadere di questi equilibri, anche i nostri principi umanitari…

Una crescita moderata della popolazione offre vantaggi in quanto i beni risparmiati possono o essere investiti, oppure permettere un più alto standard di vita individuale (un maggiore consumo pro-capite). Se diminuiscono i beni da accantonare per mantenere meno bambini, e i soldi previsti per costruire scuole, case ed ospedali vengono investiti in attività produttive, gli effetti sulla crescita del prodotto nazionale lordo e sul benessere individuale potrebbero essere notevoli. Inoltre, la crescita socio-economica risultante dalla limitazione delle nascite contribuirebbe ulteriormente al loro abbassamento. Il rapporto (fra benessere e bassa natività) è reciproco, e può prendere l'aspetto di un circolo sia vizioso che virtuoso. Questo porta a domandarsi quanto più efficaci possano essere degli investimenti diretti a controllare il livello della popolazione, piuttosto che non a incrementare la produzione con nuove irrigazioni, maggiore energia o numero di fabbriche…

Le strategie e i programmi mondiali in campo demografico dovrebbero contemplare due obbiettivi primari:
a) interventi per permettere una crescita stabile della popolazione mondiale fino a 6 miliardi, per la metà del secolo 21°, senza deprivazioni massificate o mancanza assoluta di speranze di sviluppo, e
b) interventi per contenere il tetto massimo il più vicino possibile agli 8 miliardi, e non permettergli di arrivare ai 10, o 13 miliardi, o ancora di più…

Dobbiamo stare attenti a non dare ai nostri interventi l'apparenza di giocare a favore di una nazione industrializzata contro quelle sottosviluppate…

Vi è una diversa scuola di pensiero, che dice che un crescente numero di esperti ritenga la situazione demografica mondiale molto più grave, e molto meno addomesticabile con misure volontarie, di quanto generalmente si pensi. Si sostiene che, per evitare una insufficienza di risorse ed altre catastrofi demografiche ancora maggiori di quelle previste, siano necessarie misure d'intervento ancora più radicali, che ci porteranno ad affrontare questioni di delicato ordine morale. Ciò include, ad esempio, [una revisione del]le nostre stesse abitudini consumistiche, pianificazioni obbligatorie, o uno stretto controllo sulle nostre risorse alimentari. Vista l'importanza di tali argomenti, se ne suggerisce al più presto una aperta valutazione da parte del ramo esecutivo, del parlamento, e delle Nazioni Unite…».



National Security Study Memorandum 200: Implications of Worldwide Population Growth for U.S. Security and Overseas Interests:


Attentato Boston: e' ufficiale, FBI ha creato con Photoshop foto usate come prova+FOTO (e documenti)

Attentato Boston: e' ufficiale, FBI ha creato con Photoshop foto usate come prova+FOTO (e documenti)

WASHINGTON (PRESSTV) – Un reporter investigativo americano ha dimostrato che le foto usate per incastrare uno dei presunti attentatori di Boston sono state "modificate" con un software informatico come il Photoshop.

La foto mostrata dall'FBI per incriminare Dzhokhar Tsarnaev, di 19 anni, alla maratona e poi quella rilasciata del suo volto, presentano chiare divergenze. Dopo un attento studio  delle foto ad opera di Ralph Lopez, del Digital Journal, l'esperto ha persino indicato le prove che dimostrano che le foto sono state "modificate" con un software informatico.
E' degno di nota che la nuova scoperta rende ancora più oscura la vicenda che ha causato 3 morti ed oltre 260 feriti.
Qui' Lopez espone alcune irregolarita' esistenti:
Lopez qui' paragona due mattonelle scure prese dalla foto pubblicata dall'FBI con un'altra presa la settimana scorsa dalla stessa parte del muro.


Le differenze tra le mattonelle nelle due foto e le irregolarita' esistenzi, suggeriscono che l'intera area della faccia e della testa, nella foto iniziale dell'FBI, sono state copiate ed incollate da un'altra parte e poi aggiustate tramite il Photoshop.
(Traduzione di Davood Abbasi per Radio Italia IRIB) 

DITTATURA INGLESE IN ITALIA


G.L.


Per comprendere il presente a sovranità inesistente, bisogna guardare al passato con la lente di ingrandimento. Si potrebbe partire nel caso del Belpaese sotto il giogo straniero, dai finanziamenti della massoneria anglossassone per la spedizione dei Mille di Garibaldi in Sicilia. Oppure dalla spartizione decisa a bordo del panfilo di proprietà della regina Elisabetta Windsor, al largo di Civitavecchia il 2 giugno 1992, in combutta con la casta dei politicanti italioti venduti al miglior offerente (Amato, Ciampi, Prodi, Draghi, eccetera), esattamente dopo l'assassinio ordito ai vertici dello Stato tricolore  di Giovanni Falcone, e poco prima l'eliminazione di Paolo Borsellino. Entrambi questi uomini avevano capito il meccanismo. Altro che Cosa Nostra, usata comunque per la bassa manovalanza. 

Senza esagerazione: i boiardi inglesi considerano il popolo italiano decisamente "inferiore". Ecco qualche perla:

«I nostri piani prevedono la conquista assoluta dell’Italia» (documento del governo britannico datato 1943).

«I principi e le regole della democrazia sono estranei alla natura del popolo italiano, che non si interessa di politica… la gran massa degli italiani è individualista… Mussolini aveva ragione a dire che gli italiani sono sempre stati povera gente» D’Arcy Osborne, ambasciatore inglese presso il vaticano, novembre 1943).

«L’Eni sta diventano una crescente minaccia per gli interessi britannici» (nota del ministero dell’Energia inglese, datata 15 agosto 1962, poco più di due mesi prima dell’omicidio di Enrico Mattei).

«E’ interesse della Gran Bretagna fermare l’avanzata comunista in Italia con ogni mezzo a nostra disposizione» (Martin Moreland – Ird, 28 aprile 1976).

«Azione a sostegno dii un colpo di Stato o di una diversa azione sovversiva… si raccomanda di tenerne conto sia a Londra sia nel corso degli incontri con gli americani, i tedeschi e i francesi» (memorandum segreto del Foreign Office del 6 maggio 1976, due anni prima dell’omicidio di Aldo Moro che attraverso il compromesso storico avrebbe portato al governo il Partito comunista).

«L’unica cosa che mancherà all’Italia è una totale libertà politica» (parola di Winston Churchill al delegato di papa Pio XII, novembre 1945).

mercoledì 29 maggio 2013

Insonnia? Ecco come la luce blu di Tv e tablet rovina il sonno

sonno tablet blu

Esporsi alla luce blu di tablet e TV altera il ritmo del sonno, portandoci a dormire male. Lo ha scoperto uno studio condotto dal Prof. Charles Czeisler, della Divisione di Medicina del Sonno dell’Università di Harvard.
Gli schermi dei gadget elettronici e della TV, con la loro luce bluastra, sconvolgono letteralmente il nostro ritmo circadiano, quello che regola il sonno e la veglia, provocandone un’alterazione. Chi di noi non si sofferma a letto a guardare la TV o a navigare col tablet? Niente di più deleterio per il nostro sonno. Secondo lo scienziato questa cattiva abitudine sarebbe addirittura più potente delle droghe nell’influenzare i nostri ritmi circadiani.
Nel corso dello studio condotto in America e pubblicato su Nature, è emerso che il 30 per cento degli adulti e il 44 per cento dei lavoratori notturni hanno riferito di dormire in media sei ore a notte. Cinquanta anni fa, meno del 3 per cento della popolazione adulta degli Stati Uniti dormiva così poco. E in tutto il mondo, i bambini dormono 1,2 ore in meno rispetto ai coetanei vissuti un secolo fa.
Tutta colpa della luce blu artificiale. Così come le orecchie hanno il duplice compito di ascoltare e regolare l’equilibrio del nostro corpo, anche gli occhi hanno due mansioni: oltre a vedere, aiutano a mantenere il nostro orologio biologico in sintonia rilevando in un certo senso l’ora del giorno. In questo modo suggeriscono al nostro corpo di regolarsi di conseguenza.
Ma cosa succede con le luci artificiali? La maggiore esposizione anche nelle ore di buio attiva le cellule del cervello, ostacolando la liberazione della melatonina, l’ormone prodotto dalla ghiandola pineale che induce il sonno. In un certo senso, la luce blu interrompe l’orologio biologico comunicando al cervello che è ancora giorno e spingendolo a rimanere sveglio.
“Le lampadine a basso consumo energetico e la luce a LED utilizzata in schermi di computer e TV stanno facendo peggiorare il problema, perché sono ricche di luce blu, a cui i nostri occhi sono più sensibili” ha detto Czeisler al Telegraph.
Secondo lo scienziato, questi dispositivi andrebbero modificati includendo più rosso e arancio, per contribuire a ridurre l’effetto negativo sul sonno.
Francesca Mancuso

Kevin Annett & Francesco Zanardi: Conferenza italiana integrale



Kevin Annett & Francesco Zanardi: Conferenza italiana integrale

sabato 25 maggio 2013

Quando l'imu è solo una facciata


Grazie al contributo di Elia Menta ed alla sua interessantissima intervista a Ioppolo, ho capito finalmente perché si debba ufficialmente pagare la tanto famigerata imposta sugli immobili.

Come ben sappiamo l'istituto creditizio, le banche, posseggono uno strumento molto importanteper poter operare. La riserva frazionaria. Cos'è?

Bene la maggior parte delle persone, sono convinte che quando una banca presta del denaro, lo faccia prendendolo fisicamente in prestito dai correntisti. Grazie alla riserva frazionaria, invece, la banca può prestare una somma ben più grande di quella che possiede. Fisicamente produce moneta.  Tralasciando questo strumento, come sia nato e ad opera di chi, quello che ci interessa sapere è: Ma quanti soldi può prestare visto che non è vincolata al denaro depositato?

C'è molta confusione a tal proposito, ( come non poteva essere altrimenti ),  soprattutto nell'interpretazione delle quote. Infatti tramite la riserva frazionaria la banca presta denaro mantenendo una piccola percentuale ( dovrebbe attestarsi circa al 2% ) a garanzia del denaro emesso. 
Quello però che risulta essere poco noto è che stando alla riserva frazionaria la percentuale che viene messa a garanzia equivale al totale degli assets dell'istituto e non solo al denaro fisicamente nelle casse. Quindi parliamo di depositi, titoli, derivati ed immobili. 

La voce immobili è quella che mi ha lasciato più stupito. Perché se l'istituto di credito possiede immobili per una cifra simbolica di 100 milioni all'interno dei propri assets, potrà erogare prestiti ( moneta )  98 volte il valore degli stessi. E stiamo parlando solo di immobili.

Ma dove sta il problema? Adesso ci arriviamo.

Tutti ci ricordiamo quando si insediò il governo Monti, quando lo Spread faceva da padrone nelle discussioni economiche e di come l'italia fosse sull'orlo del precipizio. Uno dei primi atti del governo fu l'introduzione dell'Imu. Per mesi i politici inveivano l'un l'altro sulla paternità dell'imposta. L'ha inventata Berlusconi. No è stato il Pd. No.........

Insomma tutti a tenere l'attenzione dell'opinione pubblica sulle grosse difficoltà del paese e su come fosse necessario introdurre l'Imu allo scopo di arginare l'emorragia di debiti in cui eravamo ormai sommersi.

Analizzando bene però oltre all'introduzione dell'Imu, c'è stato anche qualcos'altro. La rivalutazione degli immobili. Ovvero un aumento del valore catastale. La cosa interessante è che ciò non è avvenuto per tutti gli immobili alla stessa maniera. 

Ad ogni modo riprendendo l'esempio di prima se la banca che possiede immobili per 100 milioni può prestare denaro 98 volte il suo valore, che dire quindi se quegli stessi immobili da un giorno all'altro non valgono più 100 milioni ma 130? Con un semplice ritocco del valore potranno ora prestare o creare denaro 98 volte i 130 milioni.  Si parla di miliardi di euro, e tutti allo scoperto, ovvero senza copertura fisica.

E' lecito dunque supporre che la sciarada della politica sulla questione imu sia servita fondamentalmente 
solo per alzare il valore degli immobili, soprattutto perché a quanto pare l'imu verrà tolta, mentre il valore catastale rimarrà invariato.

E gli italiani a discutere animatamente se sia necessario o meno pagare 4 miliardi di imposta sugli immobili perché altrimenti........... 
In questo ha ragione Berlusconi, 4 miliardi sono briciole nei confronti del bilancio dello stato che è di circa 850/900 miliardi. Un pò come dire 4 euro su uno stipendio di 850/900 euro. 

Però sarei curioso di sapere quanti immobili ha nei suoi assets banca mediolanum. 

Per chi vuole gustarsi un'ottima intervista vi invito a seguirla qui sotto.





venerdì 24 maggio 2013

Kevin Annett in italia e rilancia: Napolitano chieda l'estradizione e l'arresto per papa Benedetto, Joseph Ratzinger.


Kevin Annett e Francesco Zanardi
  
Ciao. Il mio nome è  Kevin Annett, e  sono il segretario  del Tribunale internazionale sui crimini della Chiesa e dello Stato , i ITCCS, che rappresenta oltre cinquanta organizzazioni di sopravvissuti alle torture della chiesa in nove paesi, tra cui l'Italia. "

Così ha esordito  Kevin Annett di fronte a coloro che si sono recati a Savona il 23 maggio per assistere alla conferenza sui crimini della chiesa, accompagnato dall'attivista italiano Francesco Zanardi.
 
E 'un onore, ha proseguito, essere presente qui oggi con Francesco Zanardi e l'organizzazione Rete L'abuso, rispondendo al loro invito ad unirsi a loro in una campagna storica al fine di fermare per sempre la tortura religiosa dei bambini. 
 
Da anni, Francesco ha condotto una lotta eroica qui in Italia per le stesse motivazioni per le quali anche il nostro tribunale conduce da tempo questa missione, rendendo note le torture ai danni dei bambini all'interno della chiesa cattolica romana e portando i responsabili alla giustizia. Non vedo l'ora di lavorare con Francesco e molti altri in Italia nei prossimi mesi.
 
Sono stato autorizzato dall'Ufficio Centrale ITCCS di rilasciare la seguente dichiarazione pubblica:
 
1. Come un Tribunale cittadino di Coscienza tenuto in piedi dal diritto internazionale, invitiamo il presidente italiano Giorgio Napolitano a chiedere l'estradizione immediata dal Vaticano e l'arresto dell'ex papa Benedetto, Joseph Ratzinger, in quanto latitante e  criminale ricercato e debitamente condannato per crimini contro l'umanità il 25 febbraio 2013 da una corte "common law" di giustizia.
 
2. Chiediamo inoltre al Presidente Napolitano e al suo governo di rispettare lo Statuto di Roma della Corte penale internazionale, evitando aiuti, esenzioni fiscali o sussidi finanziari ad un'organizzazione colpevole di crimini contro l'umanità, vale a dire, il Vaticano Incorporated, e di cancellare e annullare i Patti Lateranensi tra il governo Italiano e il Vaticano.
 
3. Se il Presidente Napolitano non riesce a rispettare il diritto internazionale e si rifiuta di prendere queste misure, il nostro Tribunale, le sue affiliate internazionali e cittadini italiani inizieranno un boicottaggio internazionale dei prodotti italiani, del commercio e del turismo, e in Italia, inizieremo pacifiche occupazioni nelle chiese, arrestando o con altre azioni dirette persone e funzionari del Vaticano. Questa campagna avrà inizio il 20 settembre 2013, il 143 ° anniversario della liberazione di Roma di Garibaldi  e l'espulsione del papato.
 
4. Lo scopo di questa campagna sarà quello di far rispettare il verdetto legale del Tribunale comune internazionale di giustizia del 25 febbraio 2013, che ha condannato una trentina di funzionari dello stato e chiesa per genocidio e  cospirazione criminale, tra cui l'ex Papa e  i più alti cardinali cattolici. (Vedi  www.itccs.org ). Questo verdetto ha condannato questi funzionari all'arresto immediato e la reclusione per un periodo di 25 anni, e la confisca dei beni della chiesa e delle sue ricchezza.
 
 5. Il Vaticano e la Chiesa cattolica romana nel suo complesso rappresenta un pericolo chiaro e presente per i bambini del mondo a causa della sua politica in piedi noto come Crimen Solictationas, che protegge attivamente gli stupratori di bambini in ambiti della chiesa e sovverte la giustizia e le leggi di tutela dei minori in altre nazioni . L'attuale Papa Francesco è complice attivo a questo crimine di guerra in quanto capo della Chiesa di Roma e per il suo personale coinvolgimento in questi crimini in Argentina. Con questa legge, il Vaticano costituisce una cospirazione criminale globale. E sotto la legge delle nazioni (jus gentium) deve essere combattuta e il suo potere decurtato per il benessere dei popoli e delle persone nel mondo.
 
L'ITCCS, i suoi affiliati e alleati in altri governi si sono impegnati a farlo. Pertanto, invitiamo tutti i cittadini provenienti dall'Italia a ritirare il loro finanziamento e la fedeltà della Chiesa cattolica romana, per chiedere che il presidente Napolitano faccia estraare Joseph Ratzinger e annullare i Patti Lateranensi, e di unirsi alla nostra campagna dal 20 settembre al fine di terminare per sempre le azioni criminali della Chiesa di Roma.
 
Facciamo anche una richiesta formale alle forze di polizia di Italia per assistere i cittadini italiani nel proteggere i loro figli e le loro comunità dai rapimenti e violenze infantili da parte del clero cattolico con l'arresto di questi predatori noti e sospetti, e rifiutando di aiutare o assistere la Chiesa cattolica romana e i suoi funzionari nel sottrarsi alla giustizia e al perseguimento dei loro crimini.
 
Il governo Italiano e il Presidente Napolitano hanno tempo fino al 20 Settembre 2013 per rispondere a questa dichiarazione e a far rispettare le sue richieste. Inoltre una comunicazione verrà inviata all'Ufficio Presidenziale e al Parlamento Italiano.
 
Emesso il 23 maggio 2013
Da l'Ufficio centrale, ITCCS, Bruxelles
 

 
Kevin Annett ha anche sottolineato la seguente excer pt da Crimen Sollicitationis (completamente ristampato a  www.hiddennolonger.com , appendice 9)
 

CONFIDENZIALE
 
Dalla Suprema e Sacra Congregazione del Sant'Uffizio - Istruzione sul modo di procedere nelle cause di sollecitazione (Il Vaticano Press, 1962) ....

11. Poiché, tuttavia, ciò che viene trattato in questi casi deve avere un maggior grado di attenzione e di rispetto  in modo che tali questioni siano perseguiti in modo più segreto , e, dopo che sono stati definiti e adibiti ad una esecuzione,  essi devono essere limitati da un silenzio perpetuo  (Istruzione del Sant'Uffizio 20 febbraio 1867, n. 14),  tutti e ciascuno  di competenza del tribunale in qualunque modo o ammessi alla conoscenza dei fatti a causa del loro ufficio,  è quello di osservare il più rigoroso (spazio ) segreto, che è comunemente considerato come un segreto del Sant'Uffizio , in tutte le questioni e con tutte le persone,  sotto pena di scomunica , latae sententiae, ipso facto, e senza alcuna dichiarazione (di una tale sanzione)  essendo stato sostenuto e riservato alla sola persona del Sommo Pontefice , anche l'esclusione della Sacra Penitenzieria, sono tenuti ad osservare (questa segretezza) inviolabilmente. ....
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...